06 giu 2012

NEW MATERIALS!


 Tessuto tecnologico con fibre ottiche: Luminex è realizzato integrando i filati tradizionali con la fibra ottica, la stessa che fa viaggiare i fasci di luce e che viene impiegata normalmente nei sistemi di telecomunicazione. Questo tessuto davvero rivoluzionario si accende non appena un minuscolo interruttore con batteria viene attivato e man mano che la tecnologia sarà perfezionata, l'incredibile stoffa hi-tech potrà persino cambiare colore mentre balliamo, camminiamo o corriamo divenendo un vero e proprio tessuto intelligente: un prodigio possibile grazie alla presenza di un microchip incorporato capace di elaborare segnali diversi, come ad esempio la temperatura del corpo o del battito cardiaco, e di determinare di conseguenza le variazioni di colore. Il materiale è frutto di anni di ricerca che hanno permesso di superare tutta una serie di complessi problemi legati alla lavorazione e alla tessitura: per produrre i prototipi sono state utilizzate fibre ottiche plastiche di tipo classico e anche di tipo scintillante, successivamente integrate e lavorate con quelle naturali e sintetiche. È allo studio un nuovo sistema in grado di ridurre lo spessore delle fibre per ottenere tessuti sempre più leggeri, morbidi e soffici. Luminex è stato realizzato dall'italiana Caen, un'azienda con sedi anche negli Usa, che opera nel settore dell'elettronica applicata agli esperimenti di fisica e spaziali. Caen, che ha lavorato fianco a fianco con grandi scienziati e Premi Nobel, ha sviluppato questo formidabile progetto insieme all'azienda tessile Fit di Prato e alla svizzera Stabio specializzata nella lavorazione di tessuti speciali. Il tessuto ha un prezzo di circa 50 euro al metro e si può lavare e stirare, può essere elasticizzato e confezionato sia con fibre naturali che sintetiche.

Leghe con memoria di forma: Le leghe dotate di una memoria di forma sono metalli che hanno la capacità di subire una trasformazione meccanica e poi, con un aumento della temperatura, ritornare allo stato iniziale. Questo fenomeno è una delle sorprendenti proprietà termomeccaniche della trasformazione strutturale di tipo martensitico reversibile che si produce quando viene raggiunta una determinata soglia fra la temperatura a cui il materiale si deforma e quella a cui esso ritorna allo stato originario. Effetto di memoria singolo - Una lega che sia stata sottoposta ad una deformazione apparentemente plastica a bassa temperatura (stato martensitico) ritorna da sola alla sua forma iniziale (stato austenitico), mediante il semplice riscaldamento. Questo effetto viene chiamato 'simple memory effect. Effetto di memoria doppio - Una lega che risponde all'effetto di memoria singolo può essere 'educata', mediante un'opportuna serie di trattamenti termomeccanici, ad imparare l'effetto 'memoria doppia' o reversibile. In questo modo l'oggetto è in grado di alternare la propria reversibilità fra due forme stabili: una che corrisponde alla temperatura elevata (stato austenitico), l'altra che corrisponde alla temperatura bassa (stato martensitico). Inoltre, queste leghe mostrano un notevole effetto superelastico nel loro stato austenitico, quando raggiungono valori di temperatura immediatamente superiori alla soglia di transizione. I campi di applicazione vanno dall’aeronautica, all’automobilismo, agli elettrodomestici, ai giocattoli, all’architettura: un applicazione particolarmente innovativa nel settore minerario vede l’impiego di barre in lega a memoria di forma nell’estrazione dei blocchi di pietra, con notevole semplificazione nell’estrazione dei blocchi di maggiori dimensioni.
Tessuto a memoria di forma: è un tessuto realizzato con polimeri studiati per reagire a stimoli esterni, come ad esempio il calore. Il tessuto a memoria di forma nasce dall’esigenza di progettare prodotti che migliorino le risposte fisiologiche e psicologiche del consumatore: partendo da una caratterizzazione quantitativa delle risposte fisiologiche e una successiva correlazione statistica tra stimoli e risposte, è nato un tessuto innovativo capace di reagire a particolari condizioni e assumere la conformazione più idonea che conduca allo stato di benessere fisico dell’individuo. Il tessuto a memoria di forma trova applicazione all’interno di capi destinati all’utilizzo in particolari condizioni climatiche come nelle spedizioni al polo o sulle vette dell’himalaya.
Tessuto trasparente antifiamma: Questo tessuto offre nuove possibilità di protezione contro gli effetti delle radiazioni infrarosse intense: si tratta di una maglia in fibra aramidica (KEVLAR ). La tecnica di tessitura impiegata dà al tessuto una costruzione che per la sua complessità conferisce al materiale proprietà di filtro ottico: le frequenze bloccate vanno dai due ai sei micron, frequenze corrispondenti a quelle emesse dal materiale vegetale in fase di combustione. Utilizzato come schermo termico il tessuto blocca fino al 90% del flusso termico proveniente da fonti con temperature comprese fra 250°C e 1150°C.  Il materiale mantiene elevate proprietà meccaniche oltre i 300°C, rimanendo allo stesso tempo anche trasparente. Si possono adoperare anche più strati distanziati tra di loro di qualche centimetro, in questo modo l'aria che circola tra gli strati migliora ulteriormente l'isolamento termico dando la possibilità d'impiegare il sistema a temperature più elevate. Il materiale potrebbe essere utilizzato nella protezione di dispositivi esposti al calore (circuiti elettrici, tubature del gas e così via), ma la sua resistenza meccanica, elasticità e leggerezza (192 g/m2) lo rendono ideale per l'uso nell'abbigliamento, in barriere antifuoco, per la protezione del personale e per qualsiasi altro impiego.

Nessun commento:

Posta un commento

LEAVE A COMMENT!!